EN  
  IT  

Pozzi per acqua Pozzi ad uso domestico


Un pozzo è una struttura finalizzata all’estrazione di acqua, potabile o non potabile, dal sottosuolo. Un pozzo consiste in un foro verticale scavato nel sottosuolo fino ad una profondità tale da intercettare una falda acquifera sotterranea. Il foro è inoltre dotato di una pompa che permette di estrarre l'acqua in quantità idonea al fabbisogno previsto e di portarla in superficie.

Prima della realizzazione del pozzo, si procede al sondaggio del terreno per rilevare la presenza di falde acquifere sotterranee e allo studio della morfologia geologica del sito. Si procede quindi con le operazioni di trivellazione e costruzione del pozzo, tramite la posa di una colonna filtrante in corrispondenza dell’acquifero e di un dreno in ghiaia all’esterno. Il pozzo viene infine dotato di pompa e reso ispezionabile tramite un pozzetto.

Esistono diversi metodi di perforazione, a seconda del tipo di terreno, della profondità e del diametro di progetto del pozzo. Si possono distinguere le seguenti tecniche:

  • Metodo a percussione: la perforazione viene eseguita tramite l’utilizzo di sonde con diametro massimo di 1200 mm. Vengono infisse nel terreno dei tubi di manovra di diametro decrescente (“a cannocchiale”) fino alla profondità di progetto. Viene quindi perfezionata la stratigrafia del terreno e dei livelli acquiferi, e viene installata nel foro la camicia di riverstimento definitiva. Si posano i filtri in corrispondenza dei vari acquiferi e, dopo l’estrazione dei tubi di manovra, l’esecuzione del pozzo si conclude con lo spurgo, la posa della pompa. Questo metodo viene in genere utilizzato fino ad una profondità di circa 150 m.
  • Metodo a rotazione diretta: la perforazione viene eseguita tramite l’utilizzo di una macchina a rotazione con diametro massimo di 600 mm. Durante la fase di perforazione vengono utilizzati fanghi bentonitici che assicurano la stabilità del foro e contribuiscono alla fuoriuscita dei detriti di perforazione. Raggiunta la profondità di progetto viene perfezionata la stratigrafia del terreno e dei livelli acquiferi; si procede con l’installazione nel foro della camicia di riverstimento definitiva e con le operazioni di completamento nello stesso modo del sistema a percussione. Questo metodo viene in genere utilizzato per profondità elevate, fino a 600-700 m.
  • Metodo a rotazione inversa: la perforazione viene eseguita tramite l’utilizzo di sonde con diametro massimo di 1500 mm. La perforazione a rotazione inversa viene in genere utilizzata in presenza di terreni alluvionali a grana mediamente fine. Il foro viene mantenuto pieno d’acqua, la quale viene aspirata dal macchinario di perforazione attraverso le aste di perforazione, e viene riportata in superficie per la decantazione dai detriti di perforazione. Raggiunta la profondità di progetto viene si procede nello stesso modo dei sistemi precedentemente illustrati. Questo metodo viene in genere utilizzato per profondità medie, fino a 200-300 m.

L’impresa Dalla Gassa realizza impianti per pozzi d’acqua a uso civile con tutte le principali tecniche di perforazione comunemente impiegate, in funzione del tipo di terreno, assicurando il massimo risultato in termini di qualità e di sicurezza.

Campi di applicazione

  • Non sono le caratteristiche costruttive, ma il tipo di utilizzo che viene fatto dell'acqua che definiscono un pozzo come domestico. Un pozzo viene considerato ad uso domestico quando l'acqua viene emunta e impiegata esclusivamente per i piccoli fabbisogni del proprietario o dell’utilizzatore, come ad esempio:
  • Utilizzo di acqua per consumo umano, igienico e potabile;
  • Utilizzo di acqua per l’annaffiamento di orti e giardini;
  • Utilizzo di acqua per l’abbeveraggio di animali da cortile e bestiame, esclusa qualsiasi attività di allevamento finalizzata alla commercializzazione del bestiame e dei derivati;
  • Utilizzo di acqua per per uso di cantiere su terreni edificabili.